Esclusivo: Star Trek Discovery non è l'unico progetto di Star Trek in fase di realizzazione! [AGGIORNATO] |   TG Trek  

Header

sabato 3 giugno 2017

Esclusivo: Star Trek Discovery non è l'unico progetto di Star Trek in fase di realizzazione! [AGGIORNATO]

Nicholas Meyer - TG TREK: Notizie, Novità, News da Star Trek
Nicholas Meyer

TrekMovie ha recentemente intervistato il regista, produttore e autore Nicholas Meyer che, oltre ad aver diretto due fantastici film di Star Trek - Star Trek II: L'ira di Khan e Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto - è anche uno degli autori attualmente al lavoro sulla nuova serie Star Trek Discovery.

Dato il vincolo di segretezza che impone il più assoluto riserbo sul backstage di Discovery, Meyer ha parlato più che altro de L'ira di Khan, di cui cade quest'anno il 35° anniversario.

Tuttavia si è lasciato sfuggire qualcosa sulla nuova serie e - ancora più importante - ha parlato del suo coinvolgimento in un altro misterioso progetto di Star Trek di cui ancora non si sa nulla!




Nell'intervista a TrekMovie Meyer ha dichiarato di non essersi preoccupato di guardare il primo film di Star Trek o gli episodi della Serie Originale, prima di mettersi al lavoro su Star Trek II: L'ira di Khan.

Questo ha dato modo all'intervistatore di fargli notare quanto sia cresciuta la cronologia di Star Trek rispetto all'epoca in cui è stato prodotto L'Ira di Khan.


D: Ovviamente s'è accumulata talmente tanta cronologia di Star Trek che è difficile ignorarla. Ai tempi de L'Ira di Khan non ce n'era poi molta. Oggi ce n'è forse anche troppa da gestire.


Si, è giusto. Quello che posso dire è che quando Bryan Fuller ha inventato Star Trek Discovery e l'ha concepita, ha trovato una "nicchia" nella cronologia che permette di avere un nuovo corso.



D: E' una "nicchia" che fa parte della cronologia ufficiale, ma che ritiene possa darvi libertà creativa?


Si.



Purtroppo Meyer non ha potuto dire molto di più su Discovery per rispettare il silenzio imposto dalla produzione ma, proprio per questo, ha fatto riferimento a qualcosa di totalmente inaspettato!


Una cosa che non ha nulla a che vedere con Discovery è che sto lavorando ad un altro progetto di Star Trek, ma non posso parlare neanche di quello.



L'unico altro grande progetto di Star Trek che salta subito in mente è quello del prossimo film ma, incalzato sulla questione, Meyer non ha abboccato all'amo:


D: Sta parlando del prossimo film? Perché, a quanto se ne sa, Discovery è l'unico progetto televisivo, immagino.


Immagina pure.




Oltre ad aver diretto e scritto Star Trek II, Meyer ha lavorato alla sceneggiatura di Star Trek IV: Rotta verso la Terra e a quella di Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto, film che ha anche diretto.

Il film del 1991 è stato anche l'ultimo che lo ha visto coinvolto come regista, essendosi successivamente dedicato alla carriera d'autore, per la televisione e per il grande schermo.

Da quando è stato annunciato la scorsa estate, non si sa praticamente nulla del prossimo film di Star Trek. Anche se Star Trek Beyond non ha soddisfatto le aspettative, ha comunque realizzato il risultato migliore al botteghino per la Paramount nel 2016, tanto è vero che a marzo uno dei pezzi grossi della Viacom (società sorella della Paramount) ha ribadito che Star Trek è un franchise strategico per il futuro della compagnia.

Eppure recenti interviste a Zachary Quinto e Chris Pine hanno evidenziato come ancora gli attori protagonisti del prossimo film non siano stati coinvolti ad alcun livello nella produzione.

McCoy, Kirk e Spock - TG TREK: Notizie, Novità, News da Star Trek


Ovviamente è possibile che il progetto a cui si riferisce Meyer non abbia nulla a che vedere con un prossimo film di Star Trek o con un'altra serie. Potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa: un libro, un fumetto, un gioco, un qualche evento... chi lo sa?


Fonte: TrekMovie


AGGIORNAMENTO

Alcune voci di corridoio sostengono che il "progetto misterioso" di Meyer sia un'edizione speciale di Star Trek VI: Rotta verso l’ignoto.

La cosa avrebbe senso, dato che la recente edizione Director's Cut di Star Trek II: L'ira di Khan ha riscosso un buon successo di critica e di pubblico per il magnifico restauro in 4K supervisionato dal regista in persona.

Secondo queste voci (ovviamente non confermate), Meyer si appresterebbe a confezionare un nuovo montaggio per Star Trek VI e la cosa potrebbe rivelarsi interessante: intervistato non molto tempo fa sul making of del film del 1991, Meyer ha espresso perplessità su più di una scena che probabilmente oggi girerebbe in modo diverso, a cominciare da quella della "fusione vulcaniana estrema" imposta da Spock al Tenente Valeris.

Ecco cosa ha detto al riguardo Nicholas Meyer:


Trovo che quella fusione vulcaniana sia una specie di waterboarding ed è una scena sgradevole da vedere.


D: Ricordo che nel commento al film, la scena viene descritta quasi come "erotica"


Non importa come viene descritta, è che quando la guardi... insomma, sta soffrendo? E' una forma di interrogatorio con tortura? E poi le due cose non si escludono a vicenda: c'è una tensione erotica ma lui le sta estorcendo informazioni con la forza.



D: Quando il film è uscito per la prima volta in VHS c'erano alcune scene - quelle riguardanti l' Operation Retrieve dei cospiratori, una scena con Scotty nella Santa Barbara e la rivelazione finale che il vero cecchino alla conferenza era in realtà il Colonnello West - che nell'ultima versione DVD del 2009 sono sparite. Invece nella prima uscita DVD, nei primi anni del 2000, erano ancora li: viene da chiedersi se allora lei consideri la versione del 2009 quella definitiva.


Mah, non mi ricordo più tutti i differenti montaggi ma sono sicuro che, se rivedessi il film oggi, avrei idee completamente diverse. Alcune cose hanno funzionato bene e altre... sai, era importante per me che fosse chiaro come i cospiratori si trovassero da entrambe le parti della galassia, per così dire. Era importante evidenziare come i Klingon e la Federazione si fossero messi d'accordo per far funzionare questo piano e il taglio che rimpiango davvero di aver operato - e nessuno me l'ha imposto, ma semplicemente al momento non mi venne in mente - è che quando Valeris comincia a fare i nomi di tutti i cospiratori...


D: Avrebbe voluto mostrarne i volti...

Già! Almeno così sarebbe stato evidente di chi stesse parlando. Penso che fosse un elemento importante. Per quanto riguarda le scene col dietro le quinte dell' Operation Retrieve non saprei che risponderti, adesso…



D: Personalmente mi piacevano, perché il Colonnello West, che è uno dei cospiratori, espone il suo piano direttamente al Presidente della Federazione. Questo implica il fatto che se l'assassinio fosse stato fermato ci sarebbe stato il beneplacito per cominciare una guerra con i Klingon, e la stessa cosa accadeva sul fronte opposto con Azetbur - la figlia del Cancelliere - ed i suoi generali….


E questo non c'è nella versione del 2009?



D: La scena con Azetbur c'è, dove i Klingon discutono se fare la prima mossa e attaccare la Federazione immediatamente, che è un sottinteso costante del film se i Klingon attaccheranno o no la Federazione in risposta alla crisi. Sul fronte della Federazione, invece, la riunione in cui viene spiegata l' Operation Retrieve è stata tagliata. Questo mi porta a chiedere: lei ha rimontato Star Trek II con alcune scene che conferiscono maggiore carattere al film; se realizzassero una versione rimasterizzata in 4K anche di Rotta verso l'Ignoto, farebbe qualcosa del genere anche in quel caso?

Ma certo, mai dire mai. Anche se allo stesso tempo bisogna andarci cauti a rimaneggiare costantemente cose già fatte... voglio dire, se hanno già avuto successo così... se sono cose che non hanno raggiunto il successo sperato, penso che le puoi rimaneggiare quanto vuoi finché non decollano. Ma se hanno già avuto successo, non mi sembra molto saggio continuare a metterci le mani. Ok, se si tratta di migliorare la qualità del suono e delle immagini è un conto, ma se cominci a riscrivere le cose... in un certo senso è come cambiare la storia.

Immagina di tornare indietro e guardare un film con Stepin Fetchit; pensi: "E' un bel film ma è imbarazzante e presenta degli stereotipi disgustosi sugli Afro-Americani che andrebbero tolti dal montaggio ". In quel caso staresti alterando il passato, staresti censurando l'intelligenza delle persone - in un certo senso - e non sono convinto che sia una buona cosa. Penso che la scena della fusione vulcaniana sia problematica, richiamando alla mente qualcosa di simile al waterboarding, ma ormai è li.

Quello che voglio dire è che la tentazione di oggi è dire: "Oh cavolo, non mi piacciono le sensazioni che vengono trasmesse da questa scena, ora la sostituisco con un doppiaggio, o la taglio, o mi invento qualcos'altro". Be'... nel bene e nel male quella scena riflette comunque la mentalità e le convinzioni di ciò che - all'epoca in cui è stata girata - era ritenuto accettabile o persino virtuoso. E penso che modificare quel genere di cose costituisca in qualche modo un rischio a livello culturale, psicologico o emotivo.






Commenta la news sul forum di Star Trek Italia!

Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?